20 weeks down, 20 weeks to go

mobile-landing-page-loading-bar

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Diventare una mamma.

Ci sono tanti modi di diventarlo, ma quello che non potevo ancora capire è che ci sono ancora più momenti in cui lo diventi un pezzetto di più. E siamo solo all’inizio.

C’è stato quel giorno a Londra che ho capito che ero pronta, tra un pensiero sulle reali priorità nella mia vita e una vetrina di mini Dr.Martens.

C’è stato quel giorno che sentivo che tu c’eri, anche se il test era negativo e mi sono sono scolata due birre per consolarmi.

C’è stata quella mattina che il test ha deciso di mostrare quelle due famigerate linee rosa. E mo?

La prima volta che ho sentito il tuo cuoricino, più piccolo di una lenticchia, ma potentissimo.

Ci sono stati gli attimi orribili in cui ho creduto che non ci fossi più. Il dolore più atroce mai provato, il terrore più grande.

E oggi comincia la seconda parte del percorso biologico, molto facile da immaginare nella sua parte fisica, ma di cui ignoravo tutta una parte emotiva, animale, che mi sta cambiando come non mi sarei aspettata.

Priorità, paure, sogni.

E mo? Faccio del mio meglio per essere pronta.

Pronta a tutto, pronta all’impensabile, pronta a te.


Share:

 0

Lascia un commento